Finanza

Tokyo con segno meno

febbraio 29, 2016

La seduta odierna della borsa di Tokyo ha messo in risalto una flessione con lo Yen che guadagna terreno sul Dollaro e questo dopo che l’ennesimo rimbalzo di prezzo da parte del greggio ha riacceso la richiesta di valuta giapponese.

L’indice Nikkei è sceso dell’1,65% a 16.492,13 mentre il più ampio indice Topix è sceso dell’1,2% a 1.354,8 punti.

Il Direttore delle vendite di Equity Giappone di Credit Suisse Stefan Worrall ha dichiarato quanto segue:

“Il rally in sé è stato fantastico ma molto debole e l’incapacità dello Yen di continuare sulla strada stabile di indebolimento dell’ultimo paio di giorni si è riflesso nel nervosismo del Nikkei. Sono state due settimane molto volatili e i nervi sono ancora a fior di pelle anche se non siamo più a livello delle sedute estreme viste la settimana scorsa”.

Nelle settimane precedenti lo Yen è riuscito a toccare i massimi da 17 mesi a questa parte contro la moneta americana e l’andamento della valuta è costantemente sotto controllo degli investitori giapponesi che sono preoccupati per il rallentamento dell’economia globale, dalla volatilità dei prezzi e dai prezzi dell’oro nero.

Oltre questo si è aggiunta anche la preoccupazione di come potranno reagire le banche alla politica dei tassi negativi messa in campo proprio ieri dalla Banca del Guiappone.