Trends

Ecco perchè Pokerstars ha venduto

agosto 5, 2014

Ripensando alla vendita di Full Tilt e Pokerstars all’Amaya questa è senza ombra di dubbio l’acquisizione top dell’ultimo decennio per quanto riguarda il poker online.
Ma ora cerchiamo di capire le motivazioni per il quale gli azionisti di Rational Group sono arrivati a tale conclusione.

Secondo noi le ragioni principali della cessione risiedono in tre motivazioni principali.

La prima è che come sappiamo tutti Isai Scheinberg non si è ancora presentato davanti ai giudici della Gambling Commission per quanto riguarda il famoso Black Friday e finchè questo non verrà fatto non ci sarà spazio in America per la Rational Group, infatti sono state proprio le autorità del New Jersey a consigliare la manovra di vendita.

Un’altra motivazione è data dal fatto che a dicembre in Inghilterra verrà rivoluzionato tutto il sistema delle autorizzazioni con conseguente innalzamento delle quote di tassazione che dovrebbero arrivare al 15% sul rake.

Anche in Germania c’è aria di rivoluzione e di regolamentazione dato che il settore non è ancora stato regolamentato.

Ultima motivazione è data dall’oscuramento che Pokerstars ha subito in Russia e tutti sappiamo bene che una buona fetta di player proveniva proprio da lì.

Quindi, con tutti questi mercati in dubbio pokerstars non può permettersi di restare fuori dagli USA e l’unica strada per agevolarne l’entrata è l’uscita di scena della famiglia Scheinberg dalle cariche ufficiali del gruppo.

Toccherà vedere se padre e figlio Scheinberg manterranno delle quote ma l’unica cosa certa è che la guida del gruppo passera al CEO David Baazov.